lunedì 28 febbraio 2011

La mia vita in Dominicana- 3° parte

Ma la vita Dominicana non è sempre così idilliaca!

Infatti succede ciò che ogni straniero all'estero teme più di tutto... ammalarsi!!
E' un giovedì mattina e sento che Daigor mi chiama:- Non sto bene, ho tanto freddo, mi fa male la testa è sento degli aghi nelle giunture...- Gli metto la mano sulla fronte, febbre... e bella alta! Prendo il termometro... è quello che temevo; 39.8! Santa pace che febbrone!! Trema e mi chiede di coprirlo... mi dice cose strane io non voglio coprirlo altrimenti la febbre non si abbassa...

Okokok, calma che ce la faccio! Lo copro  e aspetto  che  smetta di tremare ma nel frattempo faccio degli impacchi con acqua fredda sulla testa... ma la fronte è caldissima e l'acqua diventa subito calda... prendo il ghiaccio che ho nella celletta del freezer!

Il tremolio si calma e riesco ad abbassare la temperatura di un grado.. davvero troppo poco! Vado a rovistare nella scatole delle medicine, per fortuna ho con me il necessario per le emergenze... ho un antipiretico e un antibiotico a largo spettro. In Italia avrei aspettato i canonici 3 giorni, ma qua no mi fido, leggo il bugiardino, l'antibiotico va bene  per tutto, fosse una tonsillite come una cistite... ok, glielo somministro... Andrebbe bene anche l'aspirina ma la mia preoccupazione è che sia dengue... se gliela do ed è il tipo di dengue  emorragico lo metto in serio pericolo... è un anticoagulante e non andrebbe bene! Mi limito all'antibiotico se davvero fosse dengue, sarà come avergli dato acqua fresca! E per quello non c'è nulla da fare se non che tenere la febbre bassa e idratare tantissimo.... spero davvero che non sia del secondo tipo... non saprei come curare un emorragia!

Nonostante l'antipiretico la febbre non scende sotto i 38,8... Ok! Anche se si lamenta   lo scopro e gli faccio delle spugnature di acqua tiepida e gli metto delle bottiglie di acqua fredda sotto le ascelle...
La febbre si stabilizza a 38 gradi! Ok.. ora la situazione è sotto controllo... forse!

Si perché verso sera anche Claudio ha gli stessi sintomi: mal di testa , freddo e dolori articolari... ossignore benedetto... provo la febbre anche a lui.. 37, 7... dopo mezzora è a 38 e la volta dopo
39, 5!!! Ma che succede??
L'unica cosa che mi fa ben sperare  è... che non è dengue, sarebbe improbabile che siano stati punti dalla stessa zanzara!

Inizio lo stesso procedimento, antipiretico, antibiotico e impacchi freddi e tanta acqua da bere...  ma ho finito il ghiaccio allora chiamo la mia vicina che manda Ariani a cercare qualcuno che ce l'abbia!
La notte la passo a badare ai due moribondi... è una nottata da inferno ma non c'è nulla da fare spero che la mattina sia meglio!
No, non è così!  al mattino hanno tutti e due la febbre altissima e Daigor sta delirando.. sono preoccupata da morire ma devo fare qualcosa! Mando a chiamare il medico, ma mi riferiscono che è tornato a casa per il fine settimana... somministro le medicine a tutti e due e quando la febbre si stabilizza prendo la moto e vado a Paraiso...
Ma anche la il medico non c'è... è venerdì e son tornati tutti in città! Ma porca miseria.. in questo paese si può morire davvero per nulla!!!
Provo all'ospedale Americano sperando che nel frattempo sia stato aperto.. nulla da fare, alla reception mi dicono che non è ancora agibile... mi consigliano di andare ad Enriquillo...

Ok... passo da casa e vedo che i miei due malati riposano e la temperatura è appena sopra i 38 gradi.
Vado all'ospedale di Enriquillo... arrivo ed entro, Santa Maria aiutami... è la cosa più brutta che io abbia mai visto, sporco, ruggine e fatiscenza è la cosa che vedo e poi inizio anche a sentire un odore che in un ospedale non dovrebbe esserci! Ci sono anche dei cani che entrano ed escono...

Mi viene incontro una infermiera e mi chiede di cosa ho bisogno.... Espongo i sintomi e lei mi dice che devo portarli li per essere visitati... il mio primo pensiero è stato che se fossero stati destinati alla morte, sarebbero morti a casa!! Ok, rispondo, vado a prenderli... devo aver mentito bene perché lei sembra crederci davvero!!!

Arrivo a casa e continuo imperterrita come ho sempre fatto, medicine idratazione ed impacchi! Sono decisa a prendermi cura di loro e lo farò, ma io la in quel tugurio non i porto!

Passo la notte a fare da spola da un letto all'altro e riesco a tenere la temperatura stabile  ai 38 gradi.
Il sabato  prosegue sempre con me che fa avanti e in dietro e non c'è peggioramento... questo mi lascia ben sperare.... la scorta di antibiotici c'è e così gli antipiretici... ad ore precise somministro il tutto e arriva la domenica...
Provo la febbre... 37.5 WOW!!!  Sembra che l'antibiotico inizia a fare effetto... infatti è il terzo giorno ... bene bene... dai che forse ce l'abbiamo fatta!!
Il programma che avevo stabilito era che se lunedì la febbre non si fosse abbassata sarei andata in capitale... ma non ce ne stato bisogno... Infatti il lunedì mattina la febbre è stabile a 37, continuo la cura di antibiotico fino alla fine e i miei martiri tornano a vivere!!!
Cosa abbiano avuto, non l'ho mai scoperto ma l'esperienza mi ha insegnato che l'intuito vale sempre sulla ragione!

venerdì 25 febbraio 2011

La mia vita in dominicana- 2° parte

Siamo qua da qualche tempo e ci stiamo abituando ai loro ritmi... lavoriamo a questa casa che abbiamo affittato, con la lentezza che caratterizza questo popolo e dirò che non è poi così male!
La giornata inizia per me alle nove e mi sveglia Claudio con il rumore del giornale e della colazione pronta. Daigor dorme fino a tardi, sta sveglio la notte quando c'è corrente.

Fatta la colazione, Claudio si occupa della piccole incombenze della casa, quale il giardino e l'orto, per poi passare alle cose che immancabilmente si rompono. Io mi occupo della casa. Non ho ancora non ci sono i soldi per la lavatrice  e per mesi lavo tutto a mano. Le difficoltà nascono quando devo lavare lenzuola e salviette... pesano da maledetto e la schiena è sempre quella!
Il pranzo viene preparato a seconda di chi ha voglia... piccolo appunto, io non ho mai voglia!

Il pomeriggio di solito vado a fare un giro nel pueblo e mi fermo a chiacchierare con gli anziani, le persone più simpatiche con la quale si può parlare... i giovano sono.. questo è un altro capitolo va!
Incontro bambini che appena mi vedono mi volano in braccio e mi riempiono di leggero chiacchiericcio! Molte volte vengono a casa mia solo per disegnare, tengo sempre dei pennarelli e della carta per disegnare e a volte faccio anche i popcorn che loro adorano, non se ne andrebbero ma!



Si fa subito sera ed è ora di pensare alla cena, qua vale sempre la regola del pranzo;-)

La corrente c'è 12 ore al giorno e si vive in funzione di quella, si fanno i turni di 4 ore ma a volte i turni saltano e la sera, il più delle volte,  siamo al buio. Ma quando prima di cena entra corrente si sente un esclamazione di giubilo per tutto il villaggio... LLEGO LA LUZ !!!!
Lo ammetto le prime volte fa un certo effetto...

Ma il più delle volte passiamo serate intere al buio e al silenzio guardando le stelle che, santo idddio sono a milioni! si vede tutto e molto chiaramente! Tanto che ci mettiamo sdraiati sul tetto e stiamo ore a fissare il cielo!

C'è silenzio nel villaggio, e nelle sere di buio vanno tutti a dormire presto...
Nelle notti di luna piena si riesce a camminare senza problemi e dentro le case vedo lumi a cherosene o candele, ma queste costano e loro preferiscono la prima soluzione. La gente è seduta a gruppetti, chi sulle sedie ma i più seduti in terra il loro è  un chiacchierare sommesso... è bello passeggere in paese quando è così.. mi piace tanto, che pace!

Nelle sere di buio ho fatto tanti viaggi introspettivi, da non credere, in quel silenzio  si sentono davvero i pensieri e il bello che dopo tanto bla bla la mente tace... Confesso che, spiritualmente parlando, la mia crescita  è partita da li... ore e ore insieme alla mia famiglia ma sola nel mio Io. La più bella esperienza interiore della mia vita!

Il rumore del mare è continuo, ma  non è il famoso mare calmo caraibico... nulla a che vedere con le cartoline!
No, il mare qua a Los patos è perennemente incazzato! Abbiamo avuto mare calmo per tre mesi l'anno... troppo poco davvero! Ma è un mare di aragoste e più è incazzato più i pescatori sono felici!

Ma la vita Dominicana non è sempre così idilliaca!

Continua...

giovedì 24 febbraio 2011

La mia vita in dominicana- 1° parte

Sempre prendendo spunto da tutti voi, eccomi qua a raccontare un poco della mia esperienza dominicana... spero di non annoiare troppo!!


Era il 2007 e dopo sei mesi di Brasile è scaduto il visto turistico così  decidiamo di andare a trovare una famiglia italiana che che vive In Repubblica Dominicana.
Purtroppo scopriamo che se in Italia vengono considerati delle belle persone, qua scopriamo che non è davvero così! Ma questa è L'altra storia..

Non c'è il lavoro che speravamo, ma una piccola rendita mensile ci permette di vivere... fino a quando ancora non lo sappiamo, ma decidiamo di vivere alla giornata, a Daigor piace, a me pure e anche a Claudio... optiamo di fermarci nonostante tutto...

Le difficoltà ci sono, Los Patos è lontano da Barahona , (clicca sul paese per vedere dov'è), una cinquantina di chilometri e ci si arriva solo con i loro mezzi... le guague non sono delle più moderne e in alcune si riesce a vedere l'asfalto che scorre sotto di noi e la ruggine regna sovrana! A volte ci si trova ad essere in 20 su un pulmino da 9, con galline, galli e pesci morti a far da corredo!

A Los Patos non si trova nulla.. è tutto a Barahona perciò quando serve qualcosa bisogna assicurarsi di comprare tutto quella volta, non è che si può tornare quando si vuole...   Imparo a fare liste e recupero il recuperabile! Il contenitore del burro diventa il contenitore per i piccoli oggetti, la bacchetta di ferro nei cantieri italiani diventa la barra per il mio armadio. Gli scarti di piastrelle li uso che restaurare il lavandino fatiscente  con un bel mosaico. Recupero pezzi di fil di ferro e chiodi e lacci delle scarpe... le cirniere di pantaloni sono introvabili e mi ritrovo da a scucirle pantaloni da buttare  per sostituirle quando si rompono, così per i bottoni... regola numero uno; non si butta nulla!

Viviamo in mezzo a loro e con loro interagisco, sopratutto con i bambini. Ce ne sono tantissimi, tutti rigorosamente a pieni nudi, i più piccolo sono sempre nudi. Li vedo seduti a terra senza mutandine, dove in terra c'è di tutto; escrementi, sputi e sporco!
Con i più grandi impongo, se vogliono parlare con me,  le scarpe e le mani pulite! Funziona! Tutte le mattine c'è la sfilata per mostrarmi le ciancletas ai piedi e le unghie limpias! Così facendo ottengono; la mia attenzione, un bacio e un abbraccio... ( ci va talmente poco per vedere un sorriso su quei visetti tristi!)

Parlo anche con gli adulti riguardo ai problemi del andare scalzi; c'è la mia vicina, Silvia, che viene da me a farsi medicare le ulcere ai piedi... buchi nella carne marcia che entra un pugno! Quello che vedo fa venire la nausea, tutto quella carne piena di pus, ma forza e coraggio che ce la posso fare. Pulisco con del liquido che mi ha dato il medico della clinica della pelle, mercuro cromo e a volte pomata cicatrizzante... L'ulcera poco alla volta si chiude ma rimane sempre il buco dove spurga tutta quella porcheria!
Ecco, dico, -questa e una delle cause delle ulcere: gli ossuri che si trovano negli escrementi dei cani, che possono entrare nel corpo praticano dei fori nella pelle dei piedi  nudi..- Non so quanto sia vera e corretta la diagnosi ma sembra funzionare.. i bimbi hanno sempre più le scarpe!
Con parecchia difficoltà entriamo in sintonia con il pueblo.. ma non è facile, seppur con pochi soldi a nostra disposizione loro ci vedono come dei ricchi che son li a sfruttarli! Ma le riserve poco alla volta vengono lasciate ed entro nella loro vita... Sempre in punta di piedi, dopotutto li noi siamo solo ospiti!

Ma le difficoltà personali nascono quando manca corrente e di conseguenza l'acqua... settimane senza ne una le l'altra...senza parlare delle battaglie col sindaco...
...ma questa è un altra storia... a domani!



Continua...

martedì 22 febbraio 2011

Forse che si... forse che no...

L'altro giorno leggevo su un blog dove si parlava di quello che succede  nel mondo arabo. Ho dato la mia opinione e la risposta ricevuta mi ha dato lo spunto per questo pensiero.

La risposta mi parlava di civiltà. Nello specifico della nostra civiltà quella che impone regole, quella che ha portato malessere... e forse proprio  quella da evitare.

Io nelle mie esperienze di vita ho visto e toccato con mano questi popoli, specialmente in Repubblica Dominicana... Non ci son stata come turista eco solidale, ma i due anni full immersion nella loro cultura e mi ha dato modo di vedere  e capire dove la nostra civiltà ha fatto  danni.


Forse è vero che il ragazzo dominicano, che vede la tv del consumismo dove la trasmissione più seria è una telenovella e non sa dove è messo nel mondo, alla fine diventa  succube di un desiderio che non porta a nulla... ma quello che ho visto e vissuto mi dice che c'è dell'altro! 


In RD ovvero, al sud dell'RD, lavorando in due si possono permettere a mala pena di vestirsi e mangiare riso con pollo. Ricordandoci che:  non pagano la corrente, non pagano l'acqua e nemmeno la spazzatura, l'ICI nemmeno sanno che esista e le tasse a loro sono sconosciute... ma sono infelici!  Come potrebbe essere diversamente, non riescono ad avere nulla!
Ok, posso anche ammettere che tutto ciò che non  conosci  non lo desideri, ma non è applicabile a tutti.


In quei due anni ho avuto modo di conoscere tutte le sfaccettature di quell'isola... più volte sono andata con il medico in montagna, nella Loma, dove non è arrivata la tv, i cellulari non sanno cosa sono e non hanno nulla da "desiderare"... ma io non ho mai visto una persona felice...

Tutti i giorni a combattere per la mancanza di acqua quando non c'è e lottare quando ne cade troppa.
Prendersi cura dei figli, tanti figli, troppi figli!!


Ma in fondo... che pretendiamo, nemmeno sanno perché nascono... Loro fanno sesso e nove mesi dopo una partorisce... In quelle capanne di foglie di banane ci sono state nidiate di figli che una volta cresciuti, hanno fatto sesso tra di loro con gli inevitabili problemi; malattie, ritardi nella crescita e mentali, (Dio quanti ne ho visti!). Non c'è cibo per tutti e i bambini muoiono per una semplice dissenteria! Così l'impotenza e l'incapacità crea frustrazione... e se ci pensiamo da  loro la nostra civiltà non è mai arrivata!

Ed ecco qua la mia riflessione: ma davvero qua da noi si sta così male? Io parlo del mio paese, città e anche regione... ma è davvero così difficile "sopravvivere" qua da noi?

Ovunque io vada vedo gente ben vestita, i ristoranti son sempre pieni. Per tagliere i capelli bisogna prendere l'appuntamento così come  dall'estetista... Le piscine e le palestre fanno entrare la gente  a scaglioni. Si fa yoga, pilates e thai chi. I bambini vanno a scuola, palestra, scuola di danza, karate, scuola di flauto, tamburo e chitarra e tutti gli strumenti che stanno in paradiso...
Per carità... lo so, non è così per tutti, che  i poveri ci sono anche qua... ma se ci fermiamo a pensare un attimo... davvero possiamo dire che la nostra civiltà fa così schifo, che loro non la "meritano"? Davvero è giusto che loro rimangano così perché "tanto non hanno nulla da guadagnare"?

Io penso che tutti i popoli abbiano bisogno delle loro rivoluzioni per crescere.. che loro ci perdano o meno non sta a noi dirlo... devono farlo!
Forse anche questa è evoluzione... o no?


Forse che si... forse che no...

lunedì 21 febbraio 2011

Domenica 20 febbraio...

Sapevo che ieri il Tomo doveva lavorare... così ho preso l'occasione per accettare un invito di Daniele di andare con lui e la sua donna,  Federica, di andare a trovare Mariolino a Verona...
Ok dico io...
-Dimmi a che ora ci si trova e io ci sto!-
-Nove e mezza , passiamo a prenderti noi!-
Bene, non so chi ci sia oltre a loro, ma poco importa, già con loro due la giornata sarà bellissima!
Alle 9.30 mi chiama e io scendo... che bello; col loro due c'è anche Matteo, un ragazzo grandioso che era con loro in Africa per la costruzione dei laghi in Mali, che bello, mi piace davvero! Ma vedo che c'è anche Patrizia, che è una delle fautrici della Onlus SeSonRose assieme a Daniele.

Salgo sul pulmino e vedo due persone che non conosco, Gianna e Mauro, altra copia degli esploratori d'Africa.
Mi presento e si presentano.. ma già da subito capisco che con Gianna c'è un bellissimo feeling, tale e quale a quello che c'è con Federica.. Gianna mi piace tantissimo fin da subito!
Si inizia subito a parlare di tutto e ad un tratto vedo che ha in mano il libro di Tolle... Wow, io pure lo leggo! Ed eccoci parlare in libertà di illuminazione, consapevolezza e del quieora... che bello parlare senza che nessuno ti guardi come un invasata!!
Il viaggio per mio gusto dura davvero molto poco.. starei ora li dentro a quel pulmino!

Arriviamo da Mariolino.... Mariolino è una persona col quale ho discusso tantissimo in passato sul forum, discusso di brutto! Ma ora  ho davanti a me una persona intelligente e vedo che non c'è nulla che ricordi il rancore e risentimento.. che bello poterlo salutare in libertà.. Grazie Mariolino!

Ho il pc con me, devo far vedere a Daniele il lavoro che sto facendo per il prossimo libro di SeSonRose... Sono un poco in apprensione, non ho mai corretto bozze e nemmeno impaginato un libro e le ricerche fatte non potrebbero essere quelle giuste... ma dopo aver preso visione, Daniele mi mette la mano sulla spalla e mi dice; -Bel lavoro ragazza!!- Wow, la mia anima fa una doppia capriola dalla felicità... Bel lavoro ragazza... che bello! Devo rivedere ancora qualcosa ma sembra che la mia idea sia piaciuta a tutti... sono davvero soddisfatta di me stessa!

Si va a pranzo, siamo in undici, ne  pochi ne  tanti, siamo il giusto. Si parla, si ride, ci si conosce! Sento di voler bene a quelle persone, già Daniele e Federica erano nel mio cuore, ed ora sono entrati anche gli altri!

Il tempo è tiranno. Andiamo a casa di Mariolino senza dimenticare di passare nella sua bottega... non pensavo che ci fossero ancora gli artigiano del cuoio... invece Mariolino è uno di loro... ed è bravissimo!!
Si va a casa sua. Li si discute di tesseramento, idee per far conoscere la Onlus.
No, sbagliato... far conoscere la nostra Onlus, ora ne faccio parte anche io!

Un the allo zenzero, pistacchi e crema di nocciole gentilmente spedite da Stefano, (che buono tutto!!!), e via che si va a casa!
Il precorso è ancora troppo breve ma, presi dalle mie suppliche si fa  una pausa caffè a casa mia!
Caffè, ultime chiacchiere e se ne vanno via...
Poco dopo arriva il mio Tomo, gli svuoto addosso la mia felicità, lui ascolta e sorride...
Sono felice!

Ieri era Domenica 20 febbraio :-)))

venerdì 18 febbraio 2011

Un blog... il mio perchè :-)

E' tanto tempo che penso di fare questo post, ma mi è sempre mancato lo spunto!
Ma ecco che ricevo un premio e gli amici commentano... mi son messa a rispondere ma la risposta era tanto lunga e probabilmente, volendo rispondere a tutti personalmente, mi sarei ripetuta fino alla noia!
Non sia mai!!

Ed allora eccomi qua a raccontarmi :-)
Il blog è nato a dicembre del 2009.
Nato per la voglia di condivisione per un anno ho avuto gli amici che mi seguivano, più per l' amore che hanno per me che per la passione di seguire un blog...

La condivisione mi mancava tanto... io scrivevo e nessun altro  leggeva...

Voglio essere sincera fin in fondo, sarei ipocrita a non sottolinearlo; io scrivo perché mi piace che mi si legga... adoro la condivisione, mi piace che si commenti  e va bene lo stesso  se non si fa! (Scrivere per me è condivisione, se così non fosse, scriverei e salverei in una cartella del pc :-)

Per me vedere le visite e la permanenza sul blog è più che appagante... so che le mie parole, anche senza risposta, sono arrivate! Qualcuno ha letto, si è emozionato  o semplicemente, se non d'accordo, ha letto un'opinione diversa... è tanto brutto che io sia così.. per me no, io sono così...
Voglio pensare che non si commenti per mancanza di argomenti o di tempo... ma a me va bene lo stesso! L'importatane per me è che si legga!

Come ha sottolineato Guardiano, ho avuto tre premi; il primo da Francesca per lo stile, il secondo da Tomaso per la fedeltà e il terzo da Silvana per la novità... Premi che mi hanno riempito di gioia!
Ho pensato che in quel momento qualcuno stava pensando a me e ha concretizzato il pensiero... Lo so, sono sciocca ma ho gioito davverodavvero!

Certo, anche io mi pongo dei limiti, seguo circa 47 blog, passo da loro, se mi piace l'argomento e se ho qualcosa di interessante da dire, dico altrimenti passo! La cosa fondamentale però che il "padrone di casa" risponda"... se non lo fa, (cosa che succede), smetto di passare. Dopotutto se non merito  attenzione, non lo merita nemmeno l'altro!

Sta di fatto che per me i numeri fanno la differenza... ripeto,  se non commentano... pazienza ma se solo lo leggono e a me fa tanto tanto piacere!!

Un'ultima cosa cari  follower... voi avete un posto di riguardo in cima al blog... non siete li per dimostrare qualcosa a qualcuno,  ma solo per l'importanza che avete per me!!

Grazie a tutti voi che leggete!!
Un abbraccio!

Credit Photo: Salmo69

Liebster Blog Awards

Oggi mi arriva una mail con un avviso;
Ciao, Sara! Ti consiglio di andare a dare un'occhiata al mio blog,  c'è una sorpresa per te!
A presto! 
Ebbene si.. Silvana di Da bancaria per caso a casalinga per scelta , ha deciso di girare il premio Liebster Blog Awards a me! Lo  scopo è quello di far conoscere a tutti, blog ancora "sconosciuti"... proprio  come il mio! 
Grazie Silvana!!

Allora le regoline da seguire sono:

1. Devo accettare il premio, scrivere un post e mostrarvelo, (eccolo qua!)
2. Passarlo a 3/4 blog sconosciuti e comunicargli che hanno ricevuto il premio, (è dura..  chi mi segue ha più follower di me!)
3. Linkarlo indietro alla persona che me lo ha mandato. (Appena posto questo sarà fatto!)

E ho deciso di passarlo a....

Stella di Stellapolare 

giovedì 17 febbraio 2011

Io... il tuo angelo

Dove sei...
dove sei finito...

Perché non mi ascolti?
perché hai permesso alla rabbia di renderti sordo e cieco a me!

Lo so, sei malato e stanco...
le tue cicatrici  ti dicono che la vita è stata ingiusta con te  lo so...
Le tue piaghe doloranti sono li a ricordarti che Dio si è dimenticato di te...
Ma Dio non si è mai  dimenticato di te, MAI!
Ti ha dato un angelo... come puoi pensare che si sia dimenticato di te?

Tu pensi che ti abbia dato un castigo...
ma non è vero...è un percorso doloroso, lo so,
ma ogni corpo mortale ne ha uno...
ognuno ha il suo travaglio... tu hai il tuo... e non sei il solo!

Lo so, il dolore fisico ti annienta... ma mi perdonerai se non è il tuo corpo malato a preoccuparmi!
E' il tuo spirito a darmi pensiero...
è affamato e denutrito,
assetato e arido...
lo stai mortificando, come puoi non rendertene  conto?
E' sfinito... lentamente si abbandona , rinuncia e cede !
Quando penserai un po' a lui ?...

Il corpo muore... lo spirito no...
Lo spirito si ammala... e se non te ne curi... non guarirà mai più...
... e  mai più potrà gioire...

Come fare... ti chiedi ?...
E' semplice... Accetta l'amore di tua moglie, le carezze dei tuoi figli,
l'adorazione dei tuoi genitori...
e lasciati avvolgere dal caldo abbraccio dei tuoi amici...

Solo quando lascerai che il calore di tutto questo amore ti riscaldi, allora il tuo spirito sarà nutrito e sostenuto... solo allora guarirà, vedrai il mondo con altri occhi... i colori saranno più  vividi... più luminosi... e chissà... probabilmente riuscirai finalmente a vedermi...


Ma sopratutto  ricorda che io sono qua... in piedi... al tuo fianco a mostrarti la luce...
e ricorda; io c'ero... ci sono... e ci sarò... sempre!

Io... il tuo angelo...

mercoledì 16 febbraio 2011

Abbraccio...

Ieri sera stavo guardando un film in tele insieme al mio Tomo, la scena è una di quelle che tra amici c'andrebbe un abbraccio ma non arriva! A quel punto, esasperata dico:
-Ma che problema c'è ad abbracciare una persona?-
A che Claudio mi risponde:
-Mica son tutti "abbraccioni" come te!
Mi sorride e spalanca le braccia... un invito a nozze... io adoro il suo abbraccio... ci starei tutta la vita!

Gli abbracci... Secondo me non c'è nulla di più bello di un abbraccio!
Non di quelli  mano che batte sulla scapola  o mano che scende sotto la linea dell'equatore, no... parlo di quelli dove quattro braccia si incrociano, andando a chiudere quel bellissimo cerchio di pura energia... Due spazi personali che si fondono insieme! Riuscite ad immaginare quanta energia ci sia in quel cerchio?

L'abbraccio, quello che intendo io, lo si da a tutti, all'amico, al fratello, al genitore, al marito, all'amante, al figlio, a collega, ad una partita... non c'è limite a quel gesto... basta volerlo!

Io sono l'abbracciona per eccellenza.. quando incontro una persona a cui voglio bene... se non lo fa lei io chiedo; posso abbracciati?  Nessuno mi ha mai risposto di no... magari al momento sento un certo imbarazzo... ma basta mezzo secondo che sento la resistenza dell'altro cedere... è un momento impagabile!

Non posso ora non mandare un abbraccio grandioso a tutti voi!!
Un Abbraccio Dei Miei!


martedì 15 febbraio 2011

14 febbraio.. la giornata dei record!

Ebbene si.. ieri ho fatto un paio di record...
Ho iniziato ieri mattina dove camminando camminando in un ora ho fatto 5 km.. non son molti ma per me è stato un record! (Da superare è chiaro!)

Poi stamattina vado a vedere su Analitics.... wow 72 visite, 178 visualizzazioni con un tempo sul sito di 8 minuti! Ma dai :-))
Lo so  sono solo numeri... ma se penso che molti di voi son passati e si son fermati a leggerermi... Wow, mi riempie il cuore di gioia!

Vedere la cartina dell'Italia tutta piena di puntini... da nord a sud... isole comprese! C'è stato qualcuno anche dalla Svizzera, (Tomaso?), dal  Brasile, dal  Venezuela e dal Perù! E ho anche raggiunto i 40 follower...
Grandi, siete davvero grandi!
Ha ragione il mio amico a dire che ho dei grandi amici... bellissimi!

A tutti voi che mi siete così vicini dedico una delle  foto che preferisco in assoluto!
Quando la vedo mi da tanta felicità e pace, proprio come il giorno che l'ho scattata!
Vi voglio bene!
Grazie!

lunedì 14 febbraio 2011

IL POTERE DI ADESSO DI ECKHART TOLLE

Tutti i giorni vado a trovare Alberto di IL POTERE DEL QUI E ORA e tutti i giorni leggo qualche suo post... uno più interessante dell'altro! tanto bello che mi ci perdo!

Andate a trovarlo... ve lo consiglio vivamente!

Nei giorni scorsi Alberto mi ha consigliato questo libro; Il potere di Adesso.
L'ho comprato subito e subito mi ha preso! Certo, la strada della consapevolezza è lunga... infatti  oggi qualcuno è riuscito a farmi arrabbiare, e io come una sciocca  ho permesso alle "emozioni" altrui di entrare nella mia vita... ma pazienza... l'importante è non farla mia.
Dopotutto come dice Osho se sei arrabbiata... urla!

Ma quando leggo questo libro nel silenzio della mia casa, la pace mi prende... Probabilmente incontrare Alberto è stato un caso(?) ma da quel giorno la mia vita ha preso una strada diversa... lo sto leggendo insieme a Claudio e non c'è nulla di più bello che condividere la consapevolezza con lui...
Grazie Alberto!

Qua sotto vi metto qua una parte della descrizione:
Gran parte del cosiddetto male che avviene nella vita delle persone è dovuto all'inconsapevolezza. Si crea da solo, o, meglio, è creato dall'io. Talvolta io chiamo queste cose "dramma". Quando siamo pienamente consapevoli, il dramma non entra più nella nostra vita. Vorrei rammentare brevemente come opera l'io e come crea il dramma.


L'io è la mente non osservata che gestisce la nostra vita quando non siamo presenti come consapevolezza testimone, come osservatori.
L'io si percepisce come frammento separato in un universo ostile, senza alcuna connessione interiore con ogni altro essere, circondato da altri io che considera potenziali minacce o che cercherà di usare per i propri fini.
Gli schemi fondamentali dell'io sono creati per combattere la sua radicata paura e il suo senso di mancanza. Si tratta di resistenza, dominio, potere, avidità, difesa, attacco. Alcune delle strategie dell'io sono estremamente abili, eppure non risolvono mai alcuno dei suoi problemi, semplicemente perché l'io stesso è il problema.

Continua leggere qua: IL POTERE DI ADESSO DI ECKHART TOLLE

Se faccio faccio, e se non faccio? ;-)

I tuoi figli non sono figli tuoi,
sono i figli  della vita stessa.
Così inizia la poesia di Gibran... e continua;
Tu puoi dare dimora al loro corpo,
ma non alla loro anima,
perché la loro anima abita
nella casa dell’avvenire
dove a te non è dato entrare
neppure con il sogno. 
Tu sei l’arco che lancia i figli verso il domani.
... ma se loro hanno bisogno? Dov'è che inizia il nostro compito di genitore e dov'è che finisce?
(Se mai finisce!)
Mio figlio da più di un mese se ne andato di casa e ora convive con la sua fidanzata... i problemi ci sono, (ditemi dove non sono!), e a volte vengo coinvolta con richieste di consigli o anche solo perché io possa ascoltare...
Ma il più delle volte, se non vengo interpellata, mi tengo a debita distanza, proprio perché voglio essere quel famoso arco... Ma ecco una battuta che mi fa riflettere; - Ma non mi dici nulla? Pensavo che mi dicessi qualcosa.. che so, consigli, critiche... qualcosa...-
... e allora sopraggiunge LA domanda; se chiamo io ho paura di invadere, se non chiamo pensano che non mi interesso... dov'è allora il confine che devo rispettare?
Lo so che sta a me capire dov'è la linea del confine che non devo superare... ma dall'altra parte del confine.. che si dice?
Posso chiedere... in verità l'ho fatto... ma di risposte nessuna!
Qualcuno ha un manuale nascosto da qualche parte? A me si son dimenticati di darmelo alla consegna del pargolo! ;-)


Photo Credit: TeStesso.com

domenica 13 febbraio 2011

Se non ora quando? QUANDO?!? ... MA PERFAVORE!





A costo di andare conto corrente... trovo la  cosa tanto assurda...

A costo di tirarmi contro le ire femminili, mi dissocio totalmente da questa farsa.
La decadenza della donna non è iniziata da qualche settimana, è una cosa che inizia da quando la donna ha voluto USARE IL SESSO PER FAR CARRIERA!

Se le donne iniziassero a chiudere le gambe, concedetemi il termine, e non aprirle solo per notorietà e fama! Mi dissocio di essere classificata come donna al pari della Rubi di turno! Sono LORO a perdere rispetto, non io,  ma  solo per le LORO azioni, per i soldi e per la fama...

Non è certo a causa dalla politica che una decide di andare a fare sesso per notorietà... qua la politica è solo un capro espiatorio! La mia dignità di donna, non la guadagno in una piazza, ma col rispetto di me stessa.
Chiudetele le gambe, una volta per tutte!
Posso dirlo? Ma che schifo!

... ma ancora una volta permettiamo di  essere strumentalizzate...
ancora lasciamo che usino la donna e il sesso legato a lei per vendere il tonno...è tutto detto!
... protestare qua no è?


Ovviamente non è rivolta a tutte le donne, grazie al cielo non siamo tutte così!
Donne con la D maiuscola ne è pieno il mondo...

Edit.
Ma scusate tanto... ma qualcuna è mai scesa in piazza per quelle donne sfruttate, violentate in quei giri di prostituzione da fare paura? Ma dove siete care le mie donnine quando c'è da difendere davvero le donne? E no, quelle non fanno guadagnare voti, quelle non servono a nessuno!
Sono sempre più indignata!

Non mi piace sentirmi così!

In questi giorni mi sento un poco oppessa...
Premetto;
Io sono una persona che nel tempo ha apprezzato sempre di più la solitudine, ho imparato a cavarmela da sola, amo scrivere e condividere. Mi piace la spiritualità e i viaggi introspettivi. Non ho difficoltà a parlare di me, odio lo shopping e andare per negozi. Leggo Osho e Tolle e amo internet.
Ora c'è una persona che è entrata nella schiera delle mie conoscenze... che non sa stare sola, non sa cavarsela da sola, non ama scrivere ne condividere. Non sa cosa sia la spiritualità e odia i viaggi introspettivi.
Non parla di se, ama lo shopping e andare per negozi. Non sa chi è Osho e nemmeno Tolle e detesta internet.

Siamo uscite un paio di volte per un caffè, ama la mia energia e la mia allegria. Mi fa un sacco di domande, come sta Tizio? E  Caio? Dimmi di  Sempronio. Tuo figlio? La morosa? Il Marito? Papà e mamma? Fratello? E tua sorella?
Io così mi ritrovo in un balbla continuo dove sento che la mia bellissima energia va scemando trasformandosi in insofferenza.
Quando sono a casa  mi arrivano i suoi sms; che fai? io esco, che palle, dove vai? etc etc...
Io che odio gli sms mi trovo anche a rispondere forzatamente.

So benissimo che è sola, (come me), che non conosce nessuno,(come me), che il marito è sempre via, (come me)... ma non voglio che i sensi di colpa mi soffochino... ho faticato tanto a liberarmene e trovare la mia dimensione.. ora che sto benone, ecco qua l'ennesima prova!
La vecchi Sara sempre empaticamente presa da tutto e da tutti, avrà la meglio? O la nuova Sara presa da egoistica felicità e la pace interiore   andrà avanti senza sentirsi una centrale elettrica a disposizione di tutti?
Voi che dite?

giovedì 10 febbraio 2011

Storia di una tenda che avrebbe voluto fuggire via!

Una notte di vento... sono a letto... osservo la mia finestra.

Fuori dalla finestra la tenda vola nel vento,...
una folata la alza, è talmente forte... che vola parallela.
-Sì, posso farcela,- sembra dire,
-E' la volta buona, vai vento soffia forte...-
-Fammi fuggire...-
...va su... sempre più su... sempre più forte!

Ma ad un tratto... il vento si placa e lei piano si abbassa.
Un lembo accenna appena...
sembra saluti chi non può seguire...

Un altro colpo di vento... lei è di nuovo fuori!
-Maledetta bacchetta lasciami andare ti prego...
... fammi volare via!-

Ma il vento cala di nuovo e lei cede...
triste smuove ancora quel lembo...
... come un ultimo saluto...
...ora non c'è più vento...

-Aspetto quel vento forte che riesca a portarmi via.
Io intanto guardo il mondo da dietro i vetri... è sempre lo stesso vedere, ma che posso fare? Io aspetto, prima o poi
il vento mi porterà lontano...-

Il vento si è calmato... io sono a letto e osservo la mia finestra...
                                                                

martedì 8 febbraio 2011

:-D

Oggi ho le guance che mi fan male... giuro,
non riesco a smettere di sorridere!

Bello vero?... no,  di più... è meraviglioso!


Renato Zero - Amico Assoluto... pura poesia..




Non meritiamo la felicità,
insoddisfatti sempre la vita se c'è è una stagione qualunque.
Riposa sogno, non svelarti più
non puoi bruciarti anche tu
La rabbia oramai ha chiuso gli occhi alla gente
Com'eri importante.

Qui finisce il mondo, la nostra complicità
l'amore si arrende
Vincere senza più regole
senza onestà, ti offende.

Resti lì indeciso, sospeso sopra di noi
nè ali nè vento
Ecco il grande sogno schiacciato dalla realtà
Un po' di pietà...

Addio poeti, artisti e navigatori, umanità a colori
Almeno voi abbiate giorni migliori.

Qualcuno dica no, qualcuno si impegni
che è poi la verità a nutrire i sogni
Più fantasia così non ti spegni.
Qualcuno lo insegni.

Io non ti ho venduto, io non ti tradirei mai
amico assoluto
Vieni da lontano che Cristo ti dedicò
il suo accorato saluto.

E per tutti i figli che non ti accendono più
la nostra preghiera
Che la fatica possa stanarci e portarci da te... ancora!
Vola... Vola...
Nè orgoglio nè paura..

Torna prepotente intrigante, armi ne hai
Sei nato vincente
Sfidaci a combattere il buio dentro di noi
a uscire dal niente

Scalda questi venti di pace e sincerità
di musica nuova
Per raccontarci un sogno sospeso, lasciato a metà
Un uomo lo sa che esiste un disegno

Incontriamoci là
All'alba di un sogno...

domenica 6 febbraio 2011

Premio Stylish Blogger Award

Wow... questa è davvero una bellissima sorpresa!!
Avevo letto di questo premio ma davvero non pensavo di essere, per qualcuno, papabile... wow!

Okok... mi son ripresa e dunque non posso che felicemente ringraziare Francescast.84... la signora del regno di La Contorsionista di Parole  perfetta castellana, eccezionale critica letteraria e dolcissima writer!
Devo dire che questo suo premio mi lusinga e onora tantissimo, davvero! Perciò non posso che dire:
GRAZIEGRAZIEGRAZIEGRAZIEGRAZIEGRAZIEGRAZIE

Non sapendo esattamente di cosa si trattasse, ripeto, era talmente lontana da me l'idea di ricevere un premio che non conoscevo le regole... ma internet è anche sapere e sono andata ad informarmi...
Le regole prevedono che dica sette cose di me... Ossignore... ho scritto talmente tanto di me che... mi sa che rischio di diventare  noiosa... ma dai, ci provo!

1- Sono una testarda rompiscatole, ( si lo so, questo è talmente ovvio che non vale... riprovo!).
Amo la vita, mio marito, mio figlio, gli amici... amo amo amo!! (anche questo lo sapevate ma devo pur dire qualcosa... no?)

2- Mi piace leggere, l'anno scorso avrò letto una quarantina di libri, ma quelli ho ho preferito sono stati quelli di Osho, che mi hanno aiutato a fare entrare la luce nella mia vita!
Ho adorato anche Tolle... fantastico!! (da quando ho l'E-Book poi... echimifermapiù!)

3- Vorrei rimanere e vorrei ripartire... vorrei comprare casa ma non ho voglia di mettere radici, vorrei continuare la vita di ora ma... mi annoio e mi piacerebbe cambiare... ( che confusione ne?)

4- Mi piace la Malzbier dell'Antartica... (to' questo non lo sapevate! ), lo strogonoff e il chili con carne... ma quelli che faccio io!

5- Nei miei 44 anni ho fatto  15 traslochi, abitato in 13 città, dentro tre stati in due continenti. Ma ho avuto un solo un unico solo grande amore, un solo matrimonio e un solo un figlio, ma ho conosciuto tante ma tante persone! (Bello bello bello bello bello!)

6-Amo stare sola tanto quanto amo  la compagnia. Mi appassionano le persone e la loro psicologia. Faccio sovente viaggi introspettivi e mi piace capire me stessa... (?)


7- Ho un paio di sogni nel cassetto... (forse qualcuno di più dai!)
-Conoscere Renato Zero e passare una giornata con lui in un parco di Roma a chiacchierare.
-Andare a New York.
-Fare in  custom  coast to coast! Percorrere la strada madre, la mitica Ruote66 in libertà con il mio Tomo... questo è il sogno dei sogni!

Ora vorrei girare questo premio a tutti gli amici blogger ma la regola chiede che ne scelga 10....
Non so se bisogna scegliere per la bellezza, per la fantasia o che altro...
Io ho deciso che sceglierò col cuore :-) ... e non è facile!

In ordine sparso;

-Tomaso di: Passato e Presente
-Tiziana di: 4 passi per il mondo
-Cavaliere oscuro di: Web sul Blog
-Mark di: Officina in trasformazione
-Guardiano di: Guardiano del faro
-Gianni di: Incatenati dalla schiavitù del lavoro
-Alberto di: Il potere del qui e ora
-Paòlo di: PaòloBlog
-Kirilù di: Nel mondo di Kirilù
-Ametista di: Il blog di Ametista

Prendo anche l'occasione per ringraziare tutti ma davvero TUTTI voi  amici che mi seguite  e mi sostenete con le vostre  parole, per me fondamentali per rendere questo mio angolo di paradiso, grazie a voi, sempre migliore!!
Vi voglio un mondo di bene e vi abbraccio.. TUTTI!!

giovedì 3 febbraio 2011

Ciao tutti!!

Uhhh come mi mancate tutti... In questi giorni non ho nemmeno tempo di passare e lasciare un saluto  sui blog di amici!
Sono giorni dove son presa... presa per me, presa per lui e presa per gli altri...
Sia chiaro mi piace fare ciò che faccio, ma mi spiace un sacco non poter navigare in allegri mari!!!

Questa la dedico a tutti voi:
Vorrei avere nella mia casa: una donna ragionevole, un gatto che passi tra i miei libri e degli amici senza i quali non posso vivere.
Apollinaire



Un abbraccio dei miei!!
Baci!